Spazio Lavit

AGM artistageneticamentemodificato

" Le mille voci che riempiono l'etere eliminano le differenze. E ci rendono sempre più soli." Quando ho visto i nuovi lavori di Silvio,nell'atelier alle porte di Varese e mi sono imbattuto nei suoi grandi cartoni, sazi di giornali incollati, di pagine di pubblicità, di gialli e di rossi, e di neri, con le colature pop, e i "suoi" segni che trovano corpo su quel profilo arcaico di un volto che è quasi marchio di fabbrica, allora, naturale e impetuosa, mi è tornata in mente quella frase di U. Galimberti. Le opere del Monti sono la sintesi visiva proprio di quella solitudine, un viaggio simbolico nella sospensione del tempo, nel non luogo che è talvolta la nostra esistenza, sempre più isolata e sempre più di massa. La diversa esperienza del mondo, scompare lentamente, giorno per giorno, perchè sempre più identico è il mondo rappresentato dai media, così come sono sempre più identiche le parole messe a disposizione per descriverlo. (G.C.)

Nel suo paesaggio del volto scorrono fiumi, si distendono laghi, si aprono voragini, vorticano gorghi, si instaurano labirinti, risuonano canti. Un volto, nella sua pittura, si può arrotondare come il disco del sole e guardare attonito con occhi egizi, sputare rane, allungare il cono visivo dal grande occhio verso lo spettatore. Quando le tecniche miste su cartone e giornale presentano sfilate interminabili di teste, sovente numerate in rosso, è come se – dichiara l’artista - «non cessassi di spedire messaggi, ricomposti dal caso, a me stesso». Quello di Silvio Monti è un linguaggio di...
<i></i><span>Read</span>
Silvio Monti è nato a Borgomanero nel 1938. Ha frequentato la Spolecznos Akademia Uniwersytetu Batorego a Londra. E’ stato allievo di Marian Bohuz Szysko. Ha frequentato lo studio di Oscar Kokoschka. Nel 1963 da Londra si trasferisce a Parigi, Bruxelles, Wiesbaden, Dublino, Beyrouth, Roma, per poi stabilirsi a Varese dove attualmente vive e lavora.
Mostre personali 1962 St. Martins Gallery, Londra 1964 Maison De France, Beyrouth 1966 Galleria Cairoli, Milano
1971 Galleria Margutta, Galleria Schneider, Roma 1972 Galleria Duccio Da Boninsegna, Siena - Galleria Spazzapan, Stresa - Galleria Mariani, Ravenna 1974 Galleria Zodiaque, Ginevra - Galleria Due Torri, Bologna 1976 Centro Arte Documentazione I.P.U.A.E, Varese 1978 Galleria J.P. Lavignes I.P.U.A.E, Parigi 1981 Studio S. Arte Contemporanea “Publicity Publicity”, Roma 1982 Studio Spazzapan “Segnali”, Stresa 1983 Galleria del Naviglio “Boxes”, Milano 1984 Bank of Ireland, Dublino 1985 Centro di Cultura Cascina Stal Vitale, Osmate 1987 Labirinthos 2, Palazzo dei Diamanti, Ferrara 1990 “Flash Backs” Galleria A.Z., Milano 1993 “Mnemosine” Spazio Cesare Da Sesto, Sesto Calende 1995 “El Gran Bus Del Mar” di Pierre Restany e Silvio Monti, Eos Arte Contemporanea, Milano 1996 Studio Spaggiari “Puttart”, Milano 1998 B.D.G., Lugano 1999 “Le idee sono rare” Raffaella Silbernagl, Arte Contemporanea 2000 “Arte in-transito” Fondazione Torre Colombera, Gorla Maggiore (VA) 2001 “Sculpture and paintings” Hilton,...
<i>Biografia</i><span>Read</span>