aretusa arte contemporanea

Luciano Maciotta

La luce dentro e oltre la superficie della pittura

Elisabetta Longari, in un testo di approfondimento della poetica dell'artista, sottolinea che essa(la luce)"nel contempo si mostra come materia e come forma di smaterializzazione spirituale" rilevando che questo intervento(che e' senza dubbio tecnologico) permette ai quadri di animarsi e di generare effetti suggestivi, sia che essi siano presentati nell'oscurita', sia che interagiscano con la luce naturale.

In un testo in corso di pubblicazione, Martina Cognati scrive: "Siamo qui, testimoni di un'immagine che sembra essersi appena materializzata sotto i nostri occhi e gia' sul punto di scomparire: configurazione precaria di un punto dell'universo, come forse,anche, di noi stessi.L'immagine e' dunque fenomeno,non dato percettivo fisso e rassicurante ma luogo attivo, in perpetuo, inarrestabile cambiamento, visibile, anzi radiante, nella piu' perfetta oscurita' ambientale, e pero' apprezzabile anche nelle condizioni normali di luce diffusa. Non e' mai, non puo' mai essere, la stessa cosa......Luciano Maciotta, artista serenamente sui generis, ha articolato tutto il proprio progetto sulla relazione tra arte e scienza, sviluppata non da neofita, come quasi sempre accade fra gli artisti, ma da insider esigente e capace.D'altra parte, gran parte dell'esperienza artistica piu' alta e importante sfugge allo stereotipo del "genio e sregolatezza"( o comunque arbitrarieta') sia nel Novecento sia, per la verita', anche in passato: basti pensare alle botteghe Rinascimentali, dove una forma d'arte...
<i></i><span>Read</span>
Luciano Maciotta artista ed ingegnere vive a Monza.Da molti anni ha ripreso a frequentare con maggiore assiduita' quel versante dei suoi interessi che fin dagli anni Sessanta lo avevano portato sui percorsi dell'arte ed in particolare quel neoconcretismo che va dall'arte programmata alle tele estroflesse di Enrico Casellani. Ambiti questi in cui evidente era l'attenzione alla luce e ai suoi effetti sulla superficie della tela e dentro lo spazio.La conoscenza approfondita dei fenomeni luminosi e degli apporti che la tecnologia man mano proponeva, ha portato l'artista a cercare nei suoi quadri un'interazione tra luci naturali(riflesse dai colori stesi sulle superfic) e l'inserimento di luci artificiali dentro il quadro, alimentate da batterie. Le opere piu' recenti di Maciotta indagano lo spazio mediante l'interazione tra la pittura vera e propria e percorsi o disegni di luce generati attraverso il posizionameto di LED(light emitting diodes) che diventano anch'essi veri e propri strumenti di espressione pittorica. Anche nelle sue sculture luminose ritroviamo da sempre l'impiego dei LED, negli ultimi anni accoppiati pero' oltre che all'utilizzo del plexiglass e di ottiche, all'acciaio inossidabile inciso con la torcia al plasma. Ha realizzato diverse installazioni luminose(Duomo di Pietrasanta, Parco Nazionale delle Cinque Terre, Rotonda della Besana Milano). Da qualche anno elabora diversi progetti di installazioni artistiche nel settore dell' Enviromental Art, con particolare riferimento alla Free Energy(Spazio Pria di Biella).
Le sue opere...
<i>Biografia</i><span>Read</span>