Galleria Vittoria

Affordable Art Fair Milano 2015

Siamo giunti alla terza generazione della Galleria Vittoria, l’attività intrapresa negli anni '50 Enrico Todi, che frequentava la bottega dello zio Guglielmo Magnani, da prima battitore a rame e poi doratore, facendone la sua sede di collezionista, mercante, e promotore d'arte. Poi, negli anni '70, creò in Via Vittoria un cenacolo d'Arte, un punto di incontro tra amici, artisti e collezionisti. Nel 1974, con sua figlia Tiziana, Enrico Todi trasformò questo salotto in una vera e propria Galleria d'Arte contemporanea, la Galleria Vittoria. La prima mostra fu di Pericle Fazzini.
Proseguendo il programma espositivo, la Galleria Vittoria ha organizzato numerose mostre dedicate ai maggiori artisti italiani e stranieri, dalle avanguardie storiche alle esperienze degli anni '50 e 60 e degli anni '90 come Marcello Avenali, Niki Berlinguer, Enzo Brunori, Corrado Cagli, Mario Ceroli, Man Ray, Umberto Mastroianni, Mirko, Luigi Montanarini, Primo Conti, Salvador Dalì, Giorgio de Chirico, Mauro Reggiani Xanti Schawinskij, Sandro Trotti, Valeriano Trubbiani, Andy Warhol, Cesare Zavattini, Enrico Baj, Salvatore Fiume, Giulio Turcato, Pericle Fazzini, assieme ad artisti emergenti.
Nel 1976 Enrico e Tiziana Todi rilevano la bottega dello zio Guglielmo e si trasferiscono al 103 di Via Margutta.
La Galleria Vittoria alterna l'attività di promozione di artisti emergenti ad attività collaterali ed esposizioni dei maestri storici. La singolare caratteristica di questa storica galleria è la ricerca di un rapporto umano tra gallerista ed artista, dove...
<i>Biografia</i><span>Read</span>