Carré d'Artistes® Milano (Stand F2)

American Dream

Carrè d’Artistes® Milano

• La Filosofia
Fin dall’apertura della prima Galleria nel 2001 ad Aix-en-Provence in Francia, Carré d’Artistes® segue lo stesso obiettivo: democratizzare l’arte contemporanea, cambiando le regole tradizionali del mercato dell’arte. Un progetto innovativo, unico nel mondo, per rendere l’arte contemporanea accessibile e fruibile a tutti.
• Supportare la creatività
Nel pieno rispetto degli artisti, Carré d’Artistes® espone esclusivamente opere uniche e originali, accompagnate da un certificato di autenticità e da una biografia dell’artista. Carré d’Artistes® offre a 600 artisti internazionali l’opportunità di esporre nel cuore di grandi città, in Europa e nel resto del mondo, per far conoscere la propria arte ad un ampio pubblico. Gli artisti, selezionati da una commissione artistica francese, sono tutti professionisti di talento.
• La location e gli artisti
La nuova galleria di Milano, aperta dal 14 giugno 2014, si trova al crocevia tra Corso Vercelli, Via Marghera e via Belfiore; di facile accesso e con un’atmosfera calda e invitante, accoglie e accompagna il visitatore nella sua scoperta dell’arte contemporanea. La galleria espone in modo permanente 18 artisti contemporanei internazionali, con un totale di circa 800 opere uniche e prevede una rotazione costante, con un nuovo artista ogni mese, per assicurare al visitatore un’ampia scelta e far sì che ogni visita sia una scoperta ed un’esperienza unica. Gli artisti esposti coprono un’ampia gamma di stili,...
<i></i><span>Read</span>
Daniel CASTAN

L'Artista francese espone per la prima volta in Italia ed in esclusiva per la Galleria Carré d'Artistes® Milano, in occasione dell'Affordable Art Fair 2015.

Daniel inizia a disegnare in tenera età affinando le sue capacità presso la Scuola delle Belle Arti. Conseguito il diploma, lavora come grafico, costituisce una sua società ed avrà clienti come l'UNICEF, Pierre Balmain e le Nazioni Unite.
A quarant'anni mette in dubbio le sue scelte, si allontana dalla semplice creazione “grafica” ed un incontro con il pittore Pierre Doutreleau dà origine al desiderio di vivere il suo sogno e diventare un artista.
Nella sua prima vita professionale Daniel frequenta molto New York e Hong Kong; in questi soggiorni è affascinato dal mondo metropolitano e riproduce queste “ambientazioni” nella sua pittura: le linee di edifici si perdono nel cielo, gli ampi viali sembrano infiniti, i colori si scontrano.
Daniel inizia a lavorare analizzando le fotografie da lui stesso scattate, che poi diventano immagini dipinte su tela e le sue opere rappresentano immagini di Brooklyn, Times Square e Radio City Music Hall; in seguito, con la sua singolare immaginazione, riesce a realizzare rappresentazioni di New York sicuramente particolari.
Oggi per lui contano solamente i punti di luce, le prospettive e trascura i dettagli “inutili”.
Daniel sceglie di dipingere ad olio alchimico, lavorato come gli oli tradizionali: questo permette una essiccazione accelerata della pittura e gli consente di rappresentare tutto il suo...
<i>Biografia</i><span>Read</span>