M77 Gallery

McDermott&McGough,BernardoSiciliano

Agli albori della fotografia
Le opere degli artisti che presenta M77 Gallery sono, pur agli antipodi e in modo diverso, legate agli albori della fotografia.Il duo americano McDermott&McGough, geniale e stralunato esempio di reazione al contemporaneo sempre però nella massima adesione all’art system internazionale, lavorano da qualche anno, tra le altre cose, con la tecnica della cianotipia: invenzione sublime di Herschel (1842) che ha il solo difetto di essere arrivata tre anni dopo il dagherrotipo di Daguerre, altrimenti avremmo avuto una storia della fotografia di colore diverso, meno seppia e più ciano. E forse proprio per essere stata quasi dimenticata che il blueprint mantiene intatto il fascino ottocentesco delle pose quasi minerali alla Anna Atkins.Così le cianografie di McDermott&McGough sembrano davvero reliquie di un’altra epoca nella quale erano ancora possibili gli still life di fiori e libri e porcellane vittoriane, fasti di altre estetiche, souvenir, remote ombre del passato che svapora tra l’azzurro e il blu prussia. E non a caso, proprio gli stessi artisti reputano questa modalità espressiva in grado di focalizzare il passato, quasi cristallizzandolo, di immortalare il fluire del tempo, renderlo cioè immortale pur nella mortalità, al contrario dell’arte contemporanea che è effimera e funzionale a rappresentare solo cose che periscono, preste a svenire.Di converso, il lavoro sulla fotografia di Bernardo Siciliano, pittore figurativo per elezione,...
<i></i><span>Read</span>