Alidem - L'arte della fotografia

Alidem - L'arte della fotografia

Attraverso le opere degli artisti presentati la fotografia interpreta la realtà seguendo due direttive opposte ma complementari. Da un lato gli scatti di Pino Ninfa e Wowe, una presa diretta e una restituzione intima e vitale della realtà, attraverso i volti di persone o luoghi famosi - come Andy Warhol, Dolce & Gabbana e il teatro La Fenice - o di luoghi e situazioni più periferiche e all'apparenza marginali - come la donna illuminata all'interno di una misera stanza  da una candela dalla luce caravaggiesca-. L'opera di Kaesbach è l'anello di unione tra una realtà data e una negata, una realtà riconoscibile ma inserobilmente altrove, una visione metafisica e sospesa risultato di una psicologia dello scatto che porta le ville residenziali del dopoguerra tedesco in una dimensione onirica e conturbante; un'allucinazione ipnagogica che crea uno scarto incolmabile tra la percezione e l'azione. La realtà come dato oggettivo risulta insufficiente; inevitabile arriva l'esplosione emotiva praticata da Cooper per portarci altrove. Ora mi vedi, ora no asserisce il titolo di una sua opera, come ad affermare la messa in scacco dello spettatore e l'aperura a una visione che deve essere necessariamente molteplice e parallela. Parallela come le linee colorate di Dufour, retaggio fotografico delle linee parallelissime del grande pittore tedesco Gerhard Richter e di quelle diversamente parallelle dei dadaisti che nella policromia infinita del cielo andranno sicuramente a scontrarsi. Ora mi vedi,...
<i></i><span>Read</span>
MARK COOPER (1965, Carlisle, Regno Unito)Inglese, Cooper è nato a Carlisle nel 1965 e cresciuto a Keswick, nel Lake District, dove ha frequentato la Lairthwaite comprehensive school per poi diplomarsi alla Highfield High school di Blackpool, Lancashire. Ha vissuto a Londra per 12 anni, lavorando come fotografo freelance e realizzando diversi reportage all’estero, soprattutto in Medio Oriente e Africa settentrionale. Dal 1993 si è stabilito in Piemonte, nella provincia di Alessandria, dove vive e lavora.
WOLFGANG WESENER - WOWE (1960, Colonia)Durante gli studi in Communication Design al Folkwangschule Essen (1981-84), Wolfgang Wesener, detto Wowe, fotografa per la rivista musicale “Spex”. Arrivato a New York nel 1984, assiste Hans Namuth e Evelyn Hofer mentre ritrae la vita notturna della Grande Mela per il Details Magazine. Nel 1986 comincia una collaborazione durata dodici anni con il leggendario FAZ-Magazin, supplemento quotidiano al Frankfurter Allgemeine Zeitung. Nel 1990 si trasferisce in Italia dove continua a fotografare per riviste internazionali e a dedicarsi a progetti personali. Attualmente vive tra il l’Italia e gli Stati Uniti.
PINO NINFA (1957, Catania)Pino Ninfa lascia Catania per trasferirsi a Milano all’età di 17 anni. Qui si specializza in fotografia e sviluppa progetti sul territorio nazionale e internazionale legati allo spettacolo e al reportage. Fotografo dell’Heineken Jammin’ Festival dal 1998 al 2012 e di numerosi festival jazz italiani, ha partecipato a...
<i>Biografia</i><span>Read</span>