Affordable Art Fair Milano '16

EOTW Gallery

BIOGRAFIA
Alessandro Donaggio nasce nel 1976 a Chioggia (Venezia). All’età di 18 anni si trasferisce a Milano e qui si laurea in comunicazione presso l’Università IULM. Vive per cinque anni nel capoluogo lombardo ed entra in contatto con gli stimoli visivi della grande città.
E’ inoltre attratto da culture e paesi lontani che lo portano a viaggiare in Europa, America, Africa e Australia. Ogni viaggio è un’ esperienza unica che lascia un segno indelebile.
Inizia a formarsi il desiderio di approfondire e lavorare con le immagini. Sperimenta alcune tecniche di pittura tradizionale, ma le abbandona per abbracciare la grafica e in seguito la fotografia. Affianca la passione fotografica ad altre attività, lavorando in progetti di comunicazione nel settore del web e della stampa. Incontra la sua futura moglie Stefania, e assieme uniscono interessi e competenze intraprendendo la professione di fotografi. Aprono uno studio fotografico nella città di Padova. Alessandro ottiene la certificazione di qualità professionale IPP Italian Professional Photographer e riconoscimenti internazionali nell’ambito del ritratto fotografico.
Affianca la fotografia tradizionale a quella di ricerca che gli consente realizzare opere nell’ambito dell’interior design e del fine art photography. Ha come committenti sia aziende sia privati.
“Sentire, sognare, ideare, sperimentare, creare significa per me essere, vivere e assaporare ciò che mi circonda”

CRITICA
La opere di Donaggio, trasudano di forme e di prospettive, paesaggi nuovi...
<i>Alessandro Donaggio</i><span>Read</span>
BIOGRAFIA
Scimon classe 1978, autodidatta e talento naturale. Sin da bambino realizza opere su fogli giganti in chiave epica e fantastica, cosa che opera tutt'ora, sempre alla ricerca di emozioni nascoste, forgiandole con il suo amato pennino. Scimon ha già esposto le sue opere in ambito nazionale ed internazionale e dopo 13 anni di neutralizzazione dal mondo esterno alla continua ricerca di linguaggi nuovi nel 2014 ritorna il ruggito delle mostre con importanti esposizioni in gallerie in Italia e Brasile e la partecipazione a fiere d'arte come Scope Basel nel 2015.
Lui stesso si definisce un palombaro della realtà. Esploro le profondità della realtà che ci circonda e voglio mostrare con un sorriso quanto non riusciamo a capire con le sue complessità, incoerenze e analogie. Parlo della realtà sognata in punta di pennino con abilità e sensibilità e presento personaggi vivi e pulsanti in posa per noi, in spazzi che nessun uomo aveva mai visto prima.

CRITICA
Scimon è un artista ricco di fantasia e di immaginazione, condite da una dose di poetica istintuale e immediata. Le sue opere sono piccole sculture, spesso fantocci di gomma, cosi come illustrazioni per giungere, infine, all'utilizzo di materiale vintage, una serie di vecchi televisori, su cui, poi, andare a lavorare. Il tratto che sorregge la produzione artistica di Scimon è quello tipico di una neo pop arte, molti sono i rimandi a un Keith Haring o a un Basquiat, affrontata con il guizzo creativo, ideale e gioioso di un occhio che osserva il mondo e che ama riproporlo...
<i>Scimon</i><span>Read</span>
BIOGRAFIA
Valentinaki, nata a Riga nel 1985, coltiva la sua passione per l'arte fin dalla più tenera età. Dopo la laurea in economia, decide di dedicarsi alla sua indole artistica iscrivendosi a coreografia. Rapidamente diventa maestra, coreografa e giudice per importanti concorsi internazionali; collabora anche con un corpo di ballo, per il quale disegna numerose coreografie e con cui si esibisce nei palchi più prestigiosi della Lettonia.
Sempre desiderosa di conoscere nuove culture e in cerca di nuove ispirazioni, decide di trasferirsi in Italia dove, arrivata nel 2009, si dedica al fashion e all'alta moda. Contemporaneamente, prosegue il suo percorso artistico affinando le proprie tecniche di pittura figurativa sotto la guida sapiente della pittrice fiorentina Giusy Boncinelli. Gradualmente il suo stile si dirige verso la pittura astratta ed è proprio con quest’ultima che trova il massimo spunto espressivo. Valentinaki inizia a descrivere attraverso le sue opere temi e concetti di estrema attualità utilizzando materiali differenti, un mix di effetti ottici, colori, luci, ombre ed oggetti naturali.

CRITICA
Valentinaki viene dall'Est, la Lettonia, e vive una formazione eclettica quanto autonoma verso percorsi che la portano, forti di continua ricerca e sperimentazione, ad approdare a stili sempre nuovi e inattesi, sorprendendoci ma, allo stesso tempo, mantenendo una coerenza poetica ed estetica.
L'astratto diventa il punto di arrivo massimo dell'autrice che adopera un materico esplicito e inequivocabile nell'impatto visivo e...
<i>Valentinaki</i><span>Read</span>
BIOGRAFIA
Geovana Cléa Tenorio Malta Brandao è una pittrice brasiliana che da diversi anni vive e lavora in Italia. Originaria di Maceio’ – la capitale dello Stato nordorientale dell’Alagoas – è nata nel 1977. Clea ha perfezionato la sua formazione artistica a Firenze, dove ha anche studiato la lingua italiana. E' stata presente con quattro opere (tecnica mista) alla 54° Biennale di Venezia curata da Vittorio Sgarbi (Padiglione Italia).Da quasi un decennio, diverse mostre personali l’ hanno fatta conoscere in Italia e nei principali centri dell’ arte contemporanea (New York, Parigi, Los Angeles,Lisbona).
A Milano, in particolare, ha esposto, per la prima volta nel 2005 al Centro culturale del Brasile in Italia. Successivamente ha rappresentato il suo paese nel Padiglione delle Nazioni dell’ Expo Latino-Americando ed a Palazzo Reale (2009). Nel 2010, la Galleria Blanchaert ha allestito una sua personale. Nel 2011 la Galleria Rosso Tiziano di Piacenza, attiva da molti anni nella ricerca sull’ arte del nostro tempo, ha esibito una selezione con le sue opere più recenti. Il 2011 è stato anche l’ anno di importanti passaggi e aperture. L’ artista, ha infatti esposto, per la prima volta, negli Stati Uniti, a New York ed ha partecipato al Salon National des Beaux Arts du Carrousel du Louvre, una rassegna internazionale creata nel 1861 per presentare nuovi e selezionati artisti di tutto il mondo.
Dopo il 2011, Geovana Cléa espone a Monte Carlo, Lisbona, Roma, Venezia, Mantova, ritornando a Parigi nel 2014, sempre al...
<i>Geovana Clea</i><span>Read</span>
BIOGRAFIA
Vera, originaria di Maceiò, nello stato di Alagoas da sempre nutre interesse per l' arte in tutte le sue applicazioni. L' artista si laurea in architettura alla Università Federale di Alagoas.
Gli studi effettuati gli permettono di creare opere che spaziano dalla pittura alla scultura.
Nella pittura in particolare utilizza concetti legati all'urbanistica delle città per creare le sue opere, utilizzando anche materiali di riciclo.
Vera è anche interprete e protagonista nei suoi video che narrano le poesie da lei stessa scritte.
L' artista ha esposto ed espone tutt' ora in importanti spazi in tutto il Brasile.

CRITICA
Vera Gama, architetto di Maceio affronta la città modellandola e rimodellandola, pensandola e ripensandola, in un'ottica sua propria, giocando con le linee e le dimensioni della stessa, diventandone un vero e proprio "demiurgo" e approntandoci verso realtà altre, inattese quanto inaspettate, forti ed estetiche nel proprio impatto. Verinha ci chiama come spettatori a essere partecipi, valutando approfonditamente l'impatto, di una complessità che si fa sintassi visiva, linguaggio e alfabeto immaginifico quanto reale, offrendoci elementi valutativi e opzionali di introspezione che vanno oltre la dimensione puramente materiale. Le vibrazioni che ci propongono e verso cui ci conducono le opere dell'artista sono tali da poter apprezzare l'impeto visionario, progettuale e di grande sapienza nel giocare con gli spazi e con le forme, in un contesto che ci propone immagini di una città ideale, nel concetto storico...
<i>Vera Gama</i><span>Read</span>
BIOGRAFIA
Filipa Taquenho è nata nel 1972 a Lisbona. Si è laureata presso l' Università di Architettura moderna di Lisbona. Attualmente frequenta l'ultimo anno di Pittura presso la Società Nazionale di Belle Arti di Lisbona. Ha partecipato a diversi workshop di fotografia digitale ed in particolar modo quello di fotografia in architettura. Filipa ha sviluppato sempre il suo core business in architettura, in collaborazione con studi e aziende per lo sviluppo e l'attuazione di una vera impresa di costruzione immobiliare. Nonostante questa grande passione, che lei tutt' ora continua, ha sempre mostrato grande interesse per l' arte.
Determinata a trasformare il suo interesse per l' arte in qualcosa di più serio e organizzato, sta attualmente progettando una carriera diretta su questo obiettivo.
Le opere di Filipa sono ispirate a temi di attualità, di solito legati all' impatto ambientale. I materiali utilizzati nei suoi lavori sono sempre di costruzione umana, principalmente rifiuti o pezzi scartati.
Della natura, l' artista utilizza solo sabbia, il colore della terra, un simbolo naturale che è distintivo di quasi tutte le sue opere. Marrone, oro e bianco sono i colori principali usati e possono essere miscelati, dipendendo dal dramma dell' impatto ambientale rappresentato. Colori intensi e ossidati sono espressione di sensazioni forti e drammatiche. In questo momento Filipa sta sviluppando una serie di pezzi materici sull' inquinamento del mondo.
La natura e l' ambiente sono il tema principale per lo sviluppo e l' ispirazione delle...
<i>Filipa Taquenho</i><span>Read</span>