Casa d'aste

Berlino - Bergamo

L’opera d’arte intesa nella forma della pittura, della scultura sono ancora oggi dopo millenni di civiltà, i mezzi privilegiati dai grandi maestri per comunicare valori etici, culturali e spirituali per dare luce a grandi temi della società contemporanea.
InArte nasce nel 2004 a Milano, metropoli ricca di storia, arte e cultura. Da sempre dedita alla scoperta di giovani artisti e alla valorizzazione dell'opera dei Grandi Maestri del '900 è oggi società di riferimento per gli oltre 3000 collezionisti provenienti da tutta Italia e non solo, che hanno riposto la loro fiducia nell'attività svolta dalla Galleria.
L’obiettivo primario più che decennale del fondatore di INARTE Galleries è di promuovere, attraverso importanti progetti culturali patrocinati da Enti istituzionali le espressioni artistiche dei nuovi autori contemporanei che oggi, nell’era della globalizzazione si affacciano sulla scena mondiale con nuove tecniche (la foto d’arte), nuovi approcci (il digitale ed il cinetico) e coinvolgenti performances.
Con impegno e tenacia nel 2014, l’azienda diventa INARTE WERKKUNST, viene infatti aperta una nuova sede a Berlino, Capitale Europea che attualmente risulta essere meta privilegiata dagli artisti contemporanei quale ambita vetrina in cui l’arte abbraccia l’originalità attraverso il coinvolgimento diretto degli artisti nella rigenerazione del tessuto urbano e sociale.
E’ proprio nella sede tedesca che, INARTE WERKKUNST sollecitata dalla domanda di un mercato diverso da quello italiano, da sempre...
<i>InArte Werkkunst Gallery</i><span>Read</span>
EDOARDO MIOLA

Nato a Genova e conseguita la Laurea in Architettura inizia la sua carriera professionale presso lo Studio di Renzo Piano per conto del quale, fino al 1997, si occupa della realizzazione di tutti i modelli di presentazione della Renzo Piano Building Workshop (R.P.B.W.).

Nel 1985 conosce Aldo Rossi. Nasce una stretta cooperazione che dura fino alla scomparsa dell’Architetto milanese, maestro, collega, amico.

Entra in contatto con architetti di fama internazionale tra i quali Matteo Thun, Eckhard Gerber, Mario Bellini. Con loro condivide esperienze con la passione e la sensibilità verso una professione che non è solo realizzazione di idee, ma è anche ascolto, rispetto di persone e luoghi, ricerca di materiali che rispecchino gli equilibri ambientali.

Collabora con architetti stranieri assolutamente di prim’ordine e con tantissimi designer. Si dedica alla realizzazione di prototipi e modelli riferiti al campo del design, dell’architettura e di ambiente scientifico, ideando modelli anche per prove dinamiche e meccaniche: dai piani velici delle barche, ai grattacieli per le prove di sollecitazione di terremoti.

Fin dall’età di 14 anni, la fotografia è la sua passione latente. Col tempo si imbatte nella fotografia di reportage, tiene workshop di fotografia e mostre in tutto il mondo con i più grandi fotografi mondiali come Steve McCurry e Michael Yamashita.

Navigatore, viaggiatore, motociclista da sempre, privilegia l’avventura ad ogni altro genere di turismo. Dopo aver visitato l’intera Europa,...
<i>Edoardo Miola</i><span>Read</span>
SANDRO ZISA

Nasce a Scicli nel 1967. Con la passione innata per il disegno, a dodici anni partecipa ad un concorso vincendo per la migliore prova grafica filatelica sul tema “1979 anno internazionale del fanciullo” in celebrazione della XXI giornata del francobollo. Conseguita la maturità tecnica, si laurea in architettura. Nel 1988, da autodidatta, si accosta alla fotografia e da allora la utilizza come mezzo espressivo. Nel ’92 partecipa al “corso di fotografia applicata” tenuto a Scicli dall’architetto colombiano Polo Barreto Sanchez. Nel ’95 tiene corsi brevi di fotografia presso le scuole medie “G. Lipparini” e “Don Milani” di Scicli. Già da diversi anni, in una “casa studio” nel cuore della campagna modicana, si dedica anche alla pittura e da autodidatta inizia la sperimentazione delle varie tecniche: pastello, acquarello, matita, acrilico, olio, tecnica mista. Inizia così un periodo di intensa attività di ricerca e di studio personale, sui grandi artisti del passato e contemporanei. Il suo recente percorso artistico, che alterna con la passione per la fotografia, inizia con la raffigurazione di paesaggi e architetture tipicamente siciliane e di nature morte. Il mare e la campagna, da cui è profondamente attratto, costituiscono la maggiore fonte di ispirazione, ovvero l’essenza della sua arte. Affascinato da sempre dalle arti figurative e stimolato sicuramente dall’ambiente artistico locale, segue con grande interesse il “Gruppo di Scicli”. Attualmente vive e lavora a Modica.
<i>Sandro Zisa</i><span>Read</span>
MARIO ROSSI

Nasce a Napoli nel 1961, attualmente vive e lavora a Roma - che da sempre considera il punto di partenza e di ritorno di ogni fase della sua vita. Si occupa di fotografia dalla fine degli anni settanta, quando inizia da questa città la sua esplorazione del mondo circostante. L’attenzione alla geometria è certamente un aspetto importante della sua ricerca. Lo studio della costante, del ritmo, della ripetizione è la fonte del desiderio di rappresentare la realtà come da lui osservata. Forme e tracce ripetute sono elementi di attenzione che spaziano dalla matematica alla musica. La composizione è organizzata in un modello che produce armonia e si riferisce ad una colonna sinfonica di luci e figure intervallate da frammenti di storie colte ad occhio analitico come una coreografia per assonanza di movimenti e comportamenti. Tutto questo alimenta le composizioni, che le rende simili a rapporti scientifici di insolita e sofisticata la poesia.
Osserva, interpreta e descrive le proprie analisi sul mondo esterno con un linguaggio lineare, efficace, stilizzato ed essenziale che ha proprie specifiche identità. Egli scompone e frammenta la realtà che osserva costruendone un’altra, diversa e nuova per forme e contenuti, che si ispira al proprio intimo e si nutre della propria sensibilità. Attraverso un gioco sottile ed invisibile di percezioni e sensazioni emotive che i cromatismi calibrati completano ed arricchiscono i suoi lavori artistici. l’autore coinvolge l’osservatore, il quale, nel momento in cui si lascia...
<i>Mario Rossi</i><span>Read</span>