Markus Delago, Sara Stuflesser

expansion in the empty

VIJION

A un passo dal cielo, tra gli orli della Val Gardena, nascono i sentieri di Sara Stuflesser: una dolce compositrice di armonie.
Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Urbino torna ad Ortisei, dove insegna al Liceo d’arte. L’insegnamento le permette di praticare la forza educativa della creatività: stimola le giovani generazioni alla conoscenza dell’arte, linguaggio alternativo alle parole, strumento per recuperare emozioni, ricordi e valori in via autonoma: “a ciascuno il suo”.
Sara Stuflesser è una viaggiatrice dinamica che, dopo il nord e il sud del mondo, ama ritornare tra le sue montagne, respirando percorsi conosciuti e nuovi, che nelle sue opere si trasformano in percorsi lineari e senza fine: una lunga strada di emozioni che travalica spiritualmente e fisicamente i supporti delle sue opere.
La sua narrazione è come l’incontro con una persona sconosciuta: ti lascia qualcosa fuori dalle aspettative. Ciò che impari, da questo incontro, ti cambia: è aria fresca che rinnova la vita e il modo di leggere il mondo. Il dialogo arriva al nocciolo della questione senza giri di parole, senza fronzoli: è essenziale, nitido. Un filo che tira dentro, che trascina verso l’ascolto. Un filo per conoscere i pensieri, le paure, le aspettative di ciascuno di noi.
Sara Stuflesser è una ricamatrice di movimento e stasi. Le sue figure traspirano il desiderio di dire la loro, di comunicare, di entrare in contatto con lo spazio e con chi hanno dinanzi. Non è un limite che esse siano sulla stoffa, sulla carta, sulla...
<i>Sara Stuflesser</i><span>Read</span>