Leonardo de Lafuente

catalogo Affordable Milano

Vijion

Markus Delago

Nato nel 1964, vive e lavora ad Ortisei – Val Gardena
Professore al Liceo Artistico di Ortisei

Fucina dell’esistenza

È l’ambizione principale, quella dell’artista Delago, di sentire le forze primordiali di ogni essere. Con sottile finezza riesce a cogliere le energie più profonde della vita. Solo tramite addestrata osservazione e riflessione aspira alle loro ricchezze. Queste sensazioni, coglie innanzitutto nei suoi voluti momenti di ritiro. È il silenzio che gli permette di entrare nel profondo sentimento personale. Proprio la quiete gli dà la possibilità di cogliere le concentrazioni di energie universali. Delago analizza queste vaste irradiazioni di forze, riportandole ad una sua personale concentrazione. Grande in lui è la contemplazione e il rispetto per il creato. Dall’ambiente naturale che lo circonda nascono le intuizioni. Con mente attenta e capacità sensitiva di respirare la vita riesce ad avere la carica e gli stimoli per le sue creazioni. Con intensità s’immerge nel lavoro, non permettendo distrazioni. Proprio in questi momenti di assoluta concentrazione, hanno luogo le liberazioni di energie accumulate. Di seguito, le sue opere parlano di queste enormi dimensioni di forze. Ma le masse sostanziose di Delago non intrattengono le proprie cariche e di seguito si dilatano. In questo modo Delago ci fa partecipe e ci coinvolge nel suo ciclo energetico. È un’aura quasi magica, nella quale l’artista ci vuole invitare. Resta allo spettatore la volontà di partecipare al suo cammino di...
<i>Markus Delago</i><span>Read</span>
Sara Stuflesser, un filo per ogni storia
di Andrea Lombardo
A un passo dal cielo, tra gli orli della Val Gardena, nascono i sentieri di Sara Stuflesser: una dolce compositrice di armonie.
Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Urbino torna ad Ortisei, dove insegna al Liceo d’arte. L’insegnamento le permette di praticare la forza educativa della creatività: stimola le giovani generazioni alla conoscenza dell’arte, linguaggio alternativo alle parole, strumento per recuperare emozioni, ricordi e valori in via autonoma: “a ciascuno il suo”.
Sara Stuflesser è una viaggiatrice dinamica che, dopo il nord e il sud del mondo, ama ritornare tra le sue montagne, respirando percorsi conosciuti e nuovi, che nelle sue opere si trasformano in percorsi lineari e senza fine: una lunga strada di emozioni che travalica spiritualmente e fisicamente i supporti delle sue opere.
La sua narrazione è come l’incontro con una persona sconosciuta: ti lascia qualcosa fuori dalle aspettative. Ciò che impari, da questo incontro, ti cambia: è aria fresca che rinnova la vita e il modo di leggere il mondo. Il dialogo arriva al nocciolo della questione senza giri di parole, senza fronzoli: è essenziale, nitido. Un filo che tira dentro, che trascina verso l’ascolto. Un filo per conoscere i pensieri, le paure, le aspettative di ciascuno di noi.
Sara Stuflesser è una ricamatrice di movimento e stasi. Le sue figure traspirano il desiderio di dire la loro, di comunicare, di entrare in contatto con lo spazio e con chi hanno dinanzi. Non è un...
<i>Sara Stuflesser</i><span>Read</span>