Mansudae at AAF Milano 2017

Mansudae Art Studio

In Corea del Nord, all’inizio di ogni anno viene pubblicato, a cura degli organi ufficiali, un elenco di qualche centinaio di messaggi politici, sociali, celebrativi che informeranno le attività dei successivi dodici mesi. Di questi messaggi, qualche decina viene tradotta in poster, poi diffusi con una vera e propria campagna di affissione in luoghi pubblici e di lavoro.
Ciascun poster viene sviluppato da un artista che opera nell’ambito di un centro appropriato, in collaborazione con altri artisti. Di questi centri il Mansudae Art Studio di Pyongyang è di gran lunga il principale: non si limita assolutamente alla produzione dei poster ma realizza la quasi totalità delle opere principali della Nazione e vi operano quasi tutti i migliori artisti di ogni disciplina. Ha 4000 addetti di cui 700-800 artisti e occupa una superficie di oltre 120.000 metri quadrati.
Il processo di approvazione di un poster è piuttosto laborioso. L’artista realizza un bozzetto che deve essere poi approvato dall’ufficio preposto, con modalità simili a quelle di una campagna pubblicitaria occidentale, anche se i messaggi sono naturalmente diversi.
Normalmente il poster originale viene dipinto a tempera in un formato intorno a 70 x 100 cm. A seconda delle esigenze viene poi riprodotto o a stampa o, per tirature non troppo grandi, a mano dall’autore originale e da altri artisti. Alcuni poster vengono anche riprodotti in dimensioni molto grandi per essere esposti tipicamente lungo le strade. Molti poster continuano a essere riprodotti negli anni...
<i>I poster della Corea del Nord</i><span>Read</span>