Massimiliano Farina

RIVUS ALTUS - Venezia (2016)

In "Rivus Altus - 10.000 frammenti dal ponte di Rialto a Venezia" Massimiliano Farina ha registrato con la macchina fotografica ogni variazione di luce e tutto quello che accadeva rimanendo fermo per 264 ore nello stesso punto: il centro del ponte di Rialto, il luogo più affollato e fotografato di Venezia affacciato sul Canal Grande. Ogni cambiamento, colto nell’arco di due anni, Massimiliano Farina lo ha osservato concentrando la sua attenzione sui singoli frammenti che compongono il paesaggio, come se avesse uno sguardo simile a quello di mosche e libellule. Il risultato non è un’immagine singola, ma una molteplicità di immagini dove la veduta è affidata al montaggio variabile, e modificabile quasi all’infinito, dei vari pezzi separati che compongono un paesaggio perfetto e instabile, affascinante e mutevole: contemporaneamente notte e giorno, alba e tramonto, ieri e l’altro ieri… Simili a puzzle le sue immagini non colgono più un momento preciso, ma divengono una prospettiva tracciata dallo scandire del tempo in divenire. Non interpretano niente in modo soggettivo ed espressivo, bensì valorizzano la macchina fotografica e il suo sguardo “meccanico” come un magico strumento di registrazione. Farina usa cioè la fotografia per realizzare immagini che si possono ottenere solo con essa e con il suo inconscio tecnologico. Egli “frantuma lo stereotipo di Venezia” per proporre una sorta di machine à voir che ci invita a vedere il Canal Grande come attraverso una lente di ingrandimento protesa a scrutarne i...
<i>RIVUS ALTUS</i><span>Read</span>
BIOGRAFIA ITA
Massimiliano Farina nato a Milano nel 1974, è laureato in architettura al Politecnico di Milano. Nel 1991 inizia a fotografare operando nell’ambito della fotografia di reportage, di architettura e di documentazione del territorio, realizzando ricerche fotografiche su commissione e progetti artistici personali. Parallelamente alla sua attività di architetto e fotografo, nel 2010 fonda lo studio di comunicazione Farina Zerozero. Nel 2012 inizia a sviluppare la ricerca “Rivus Altus” sul Ponte di Rialto a Venezia, progetto che si conclude nel 2015, dopo 264 ore di appostamento, 11.354 foto-tasselli scattati e 15.963 persone ritratte. Nel 2016 organizza una singolare e articolata mostra “Rivus Altus” a Venezia durante la XV. Biennale di Architettura, riscuotendo un ampio consenso. Nel 2014 con il progetto fotografico “Nella città” vince il 1° premio del Contest “Periferie Possibili” organizzato dal gruppo Renzo Piano G124 .

Tra le sue mostre:
2016, Venezia, “RIVUS ALTUS - 10.000 frammenti visivi dal ponte di Rialto a Venezia”, Centro Culturale Don Orione Artigianelli , Zattere, durante la XV. Biennale di Architettura di Venezia. Catalogo patrocinato dal Comune di Venezia e dall’Università IUAV di Venezia.
2015, Milano, "NELLA CITTA' - questioni del progetto urbano", Spazio BLU, durante il Salone del Mobile di Milano.
2014, Milano, “GHOST – Deleted Spaces” e “DUBAI – under construction” , Sella Gallery, durante il Salone del Mobile di Milano.
2001, San Donato Milanese, Milano, “SS9...
<i>BIOGRAFIA ITA</i><span>Read</span>
BIOGRAPHY ENG
Massimiliano Farina was born in Milan in 1974, he graduated in architecture at the Politecnico di Milano. In 1991 he started photography, doing reportage, architecture and land documentation, realizing both commissioned photo research and personal art projects. Parallel to his work as an architect and a photographer, he founded the communication agency Farina ZeroZero in 2010. In 2012, he started to develop the research Rivus Altus on the Rialto Bridge in Venice. The project ends in 2015, after 264 shooting hours, 11,354 photo-fragments and 15,963 people portrayed. In 2016, he organised an unusual and structured exhibition Rivus Altus in Venice during the 15th Biennale of Architecture, and obtained important encouragement. In 2014 with the photo project Nella Città (In the city), he won the 1st prize of the contest Periferie Possibili organised by the group Renzo Piano G124.

Among his most important exhibitions:
2016, Venice, “RIVUS ALTUS - 10.000 visual fragments from the Rialto bridge in Venice”, hosted by the Cultural Center Don Orione Artigianelli, during the XV Biennale of Architecture in Venice (catalogue sponsored by City of Venice and the University IUAV of Venice).
2015, Milan, “NELLA CITTA’ - questioni del progetto urbano”, Spazio BLU, during the Salone del Mobile of Milan.
2014, Milan, “GHOST - Deleted Spaces” and “DUBAI - Under Construction”, during the Salone del Mobile of Milan.
2001, San Donato Milanese, Milan, “SS9 Via Emilia”, curated by Elio Bosio, Contemporary Art Gallery Cascina...
<i>BIOGRAPHY ENG</i><span>Read</span>