SIST'ART GALLERY

AAF Milano 2018

SIST'ART GALLERY

La galleria Sist'ART è stata inaugurata a giugno 2017 in Piazza San Marco, Venezia, come ramo commerciale della più concettuale Galleria 3D, aperta nel 2005 a Venezia-Mestre.

Gli artisti rappresentati sono sia locali che internazionali. La scelta viene fatta seguendo le tendenze ma facendo in modo che il lavoro di ogni artista si basi su un concetto solido ed efficace.
Vengono dunque selezionati artisti con linguaggi e focus diversi che, a seconda della fiera o della mostra, i nostri curatori fanno dialogare in modo sempre nuovo ed elettrizzante.

Durante i 12 anni di attività la galleria ha organizzato più di 100 mostre sia nei suoi locali che in spazi pubblici; curato esposizioni per musei a Parigi, Londra e Berlino; istituito 2 concorsi d'arte internazionali a Venezia; organizzato e curato mostre di artisti degli Emirati durante la Biennale di Venezia; partecipato a diverse fiere in Europa, Canada e Asia.



Sist'Art Gallery opened in June 2017 in Saint Mark Square in Venice, as is the commercial branch of the more conceptual 3D Gallery, opened in 2005 in Venice-Mestre.
The 3D Gallery is considered to be a research container, where the artists are invited to work based on projects along with choosen curators. The artists use different medias, from performances, to installations, new media, sculptures or paintings.
The Sist’Art gallery is predominantely commercial, keeping an eye to conceptual art and seeking new artists showcasing in the art scene. Strategically located in the heart of Venice, the gallery cannot...
<i>Sist'ART Gallery</i><span>Read</span>
RACHEL BERGERET

Rachel Bergeret è nata nel 1975 vicino a Grenoble.

Attratta fin da subito dal mondo della moda e dalla creazione artistica, inizia la sua carriera come stilista per passare poi alle arti visive.
La moda è una sua grande passione e per 12 anni collabora a molte collezioni interamente ricamate, recandosi ogni stagione in India per assumere la direzione della creazione.

Dal 2011 sceglie la pittura come attività professionale e si avvicina a diverse tecniche artistiche. Nei suoi dipinti c’è un indubbio tocco di alta moda: le sagome sono affusolate e le combinazioni di materiali sono inusuali.
Ognuna delle sue serie è uno spettacolo pirotecnico di inventiva, arricchita dall’esperienza visuale dei suoi viaggi in India, dalle tendenze d’avanguardia, e dal suo amore per il mondo del burlesque.
Affronta con leggerezza e ironia il tema della donna che si chiede quale sia il suo ruolo nella società.
La sua pittura, nei seguenti sviluppi artistici, diventa scultura.
Forte del suo percorso da stilista, l’artista modella davvero i drappi delle eroine che ora emergono dal supporto. Questa pittura volumetrica, ornata di foglie d’oro, collage e materiali, esce dal quadro per venire fisicamente a cercare lo spettatore.



Rachel Bergeret was born in 1975 near Grenoble.
Attracted by the world of Fashion and by the artistic creation, she began her career as a fashion designer first, and then move on to the visual arts.
She collaborates for 12 years for many collections entirely embroidered, going to India every season to take...
<i>Rachel Bergeret</i><span>Read</span>
ULPIANO CARRASCO

Ulpiano è nato a Casas de Santo Cruz nel 1961 e poi si è stabilito a Villanueva de la Jara.

Ha studiato Belle Arti a Salamanca e ha fatto conoscere le sue opere a Parigi, New York e Singapore, per poi diventare più recentemente ben noto anche a Miami, Londra, Hong Kong e Venezia.

La sua opera è rappresentata dalla Fondazione Gregorio Prieto, dal Museo di Arte Contemporanea di Toledo, dalla Fondazione Gava per le Arti di Barcellona e dal Museo dell'Incisione Spagnola di Marbella tra le altre istituzioni.

Sebbene non abbandoni lo studio del paesaggio rurale che lo ha accompagnato durante i suoi 30 anni di carriera, il pittore ha dato un giro di vite per creare un paesaggio più simbolico e personale.
"Devi creare il tuo paesaggio, e questo è un altro passo in una carriera infinita", dice l'artista.
Ulpiano dipinge i sentimenti attraverso il colore e la forma in un dialogo costante, lungo e teso; con le parole sostituite da molteplici pennellate, un susseguirsi di tocchi, dettagli piccolissimi, che nell'insieme acquisiscono una forte personalità.



Ulpiano was born in Casas de Santa Cruz and then settled in Villanueva de la Jara.
He studied Fine Arts in Salamanca and in the nineties he traveled to the Middle East, England, the Netherlands, Italy, France, USA, and made his work known in Paris, New York and Singapore, and more recently in Miami, London and Hong Kong. His work is represented in the Gregorio Prieto Foundation, the Museum of Contemporary Art in Toledo, the Gava Foundation for the Arts of Barcelona and...
<i>Ulpiano Carrasco</i><span>Read</span>
ELIO CIOL

Elio Ciol è nato nel 1929 a Casarsa della Delizia.

Le fotografie di Ciol sono nelle seguenti collezioni: Metropolitan Museum of Art di New York; Il Museo Internazionale di Fotografia, Rochester, New York; Centro per fotografia creativa Tucson, Arizona; Centro di ricerca umanistica, Università del Texas, Austin; The Art Museum, Princeton University, New Jersey; Centre Canadian d'Architecture, Montreal Canada; L'Art Institute di Chicago; L'University College of Wales, Aberystwyth; Victoria & Albert Museum, Londra; Musèe de la Photographie, Charleroi; Civici Musei e Gallerie di Storia e Arte, Udine; Galleria di Arte Contemporanea Pro Civitate Christiana, Assisi.
Elio Ciol ha esposto le sue foto in 102 mostre individuali che sono state acclamate dalla critica e in altre 112 mostre collettive. Le foto di Ciol hanno anche illustrato più di 190 libri.

E' senza dubbio uno dei grandi maestri italiani della fotografia di paesaggio ed è noto non solo per la sua perfetta qualità della tecnica e della stampa, ma anche per un particolare lirismo del soggetto scelto e per l'immaginazione poetica che evoca.
I suoi paesaggi sono pieni di contraddizioni; sono calmi ma allo stesso tempo enigmatici; il suo bianco e nero è nitido ed equilibrato ma egualmente pieno di nebbia.
Le sue costruzioni ci invitano ad andare oltre le apparenze, ricordandoci come le cose hanno una consistenza diversa e come, secondo diversi punti di vista, possono cambiare. E questo accade perché i suoi paesaggi cambiano davvero.
Attraverso la percezione, il...
<i>Elio Ciol</i><span>Read</span>
JISBAR

Jisbar è nato nel 1989, vive e lavora a Parigi da oltre 10 anni.
La sua arte è ricca di riferimenti alla cultura pop, usando però il linguaggio e il potere della street e urban art.

Le sue opere sono ora esposte al Museo nazionale della storia dell'immigrazione a Parigi, al Museo di arte moderna in Svezia, al Museo di arte e storia di Santa Cruz in California e al Museo di Manart Al Saadiyat, Abu Dhabi.

Con l'utilizzo di media urbani e riferimenti pop che egli prende e interpreta rispetto al proprio universo, le sue creazioni riflettono la nostra società satura.
Moda, musica, skateboard, freestyle e altre espressioni trovate nelle strade sono gli elementi che compongo il suo stile.
A Jisbar piace dire che ognuna delle sue opere rappresenta «momenti di vita», come un ricordo in un album fotografico.
La nostalgia di un tempo passato e l'innocenza della sua infanzia sono congelati nei suoi dipinti, dove il potere dei colori gioca una parte preponderante.
Questa sincerità spinge lo spettatore a concentrarsi su ogni singolo dettaglio per comprenderne interamente il significato.
Jisbar è un artista che dipinge impulsivamente e si impegna a dimostrare la sua spontaneità creativa.
Ciò gli permette di creare delle storie che animano la sua vita quotidiana e l'impressione è che si confonda con la nostra società mentre si adatta a descriverla, mantenendo però la sua autenticità.



Jisbar is an artist, born in 1989 and working in Paris for over 10 years.
His art deals with pop culture references, using the language and the...
<i>Jisbar</i><span>Read</span>
TOBIA RAVÀ

Tobia Ravà è nato a Padova nel 1959 e ora lavora a Venezia.
Ha frequentato l'International School of Graphics di Venezia e Urbino. Ha conseguito la laurea in Semiologia delle arti all'Università di Bologna, discepolo di Umberto Eco, Renato Barilli, Omar Calabrese, Flavio Caroli.

Dipinge dal 1971 e ha esposto dal 1977 in mostre personali collettive in Italia, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Spagna, Brasile, Argentina, Giappone e Stati Uniti. È presente in collezioni private e pubbliche in Europa, Stati Uniti, Sud America e in Estremo Oriente.

Nel 1983 è tra i fondatori del gruppo di Bologna AlcArte, attivo presso l'Università di Bologna (DAMS), con l'intento di coniugare arte producente con epistemologia. Dal 1988 si occupa di iconografia ebraica e insieme a Gadi Luzzato Voghera e Paolo Navarro Dina svolge attività di ricerca e archiviazione dell'epigrafia ebraica in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Nel 1993 è tra i promotori del gruppo Triplani che, decollando dalla semiologia del doppio piano di Greimas e Calabrese, prende il nome dall'ipotesi di un terzo livello di lettura simbolica, accanto a quelli di significato e significato.

Nel 1998 è tra i membri fondatori del Contemporary Art Concert, un'associazione culturale che si propone di riunire artisti con la stessa affinità per riqualificare l'umanità mettendola in sintonia con l'ambiente e permettendo all'arte contemporanea di essere consapevole della sua rapporto con la storia e la storia dell'arte, anche partecipando attraverso mostre in...
<i>Tobia Ravà</i><span>Read</span>