LIU BOLIN. BACK TO ITALY

Liu Bolin (Shandong, 1973), artista cinese di fama internazionale è tornato in Italia dal 20 al 30 ottobre 2017 per una nuova serie di scatti di performance dedicati al nostro paese.
Le opere Italiane della serie "Hiding in Italy" hanno già avuto come scenario alcuni tra i luoghi più significativi al mondo dal punto di vista storico-artistico. Per citarne solo alcuni, Liu Bolin si è mimetizzato con uno dei templi della lirica, ovvero il Teatro alla Scala di Milano, e con capolavori dell’arte universale quali Ponte Sant’Angelo, la statua di Paolina Bonaparte Borghese di Antonio Canova, gli affreschi di Pompei e la magia di Venezia.
Stavolta l’attenzione dell’artista si è rivolta al Colosseo e alla Reggia di Caserta, luoghi da ritrarre in 5 nuovi scatti totali (2 scatti al Colosseo e 3 alla Reggia di Caserta).

Rimanendo immobile come una scultura vivente, fino a fondersi con il contesto alle sue spalle grazie ad un accurato body-painting, che è in realtà il risultato dell’utilizzo di una molteplicità di linguaggi che vanno dalla performance alla pittura, dall’installazione alla fotografia, Liu Bolin testimonia in silenzio ciò che accade nel suo presente, in un tempo sospeso tra il peso della storia e le conseguenze del progresso. Un processo di immedesimazione con le architetture, gli oggetti e gli spazi che è in fondo una forma di conoscenza degli stessi, ma nondimeno di una conoscenza di se stesso.

PROGETTO ESPOSITIVO 2018 AL COMPLESSO DEL VITTORIANO
Il filone fotografico "Hiding in Italy" (2008-2017) nasce come...
<i>LIU BOLIN. BACK TO ITALY</i><span>Read</span>