L'arte della fotografia

Le foto non hanno bisogno di parole. Qui il viaggio è intrigante. Ogni scatto è evocativo e rimanda a storie e leggende che ancora oggi scatenano l’immaginario, al di là di ogni possibile didascalia. L’Etna e il territorio etneo sono una meta imprescindibile per chi vuole avere una visione completa del mondo di cui essi rappresentano una “sineddoche” in termini di varia umanità e di immense bellezze. Qui le civiltà si sono incontrate e s’incontrano ancora, con tutte le loro contraddizioni e ricchezze: dalla bellezza alla miseria, dalla straordinarietà all’ordinarietà, dai colori unici e irripetibili che incantano ai sapori forti e delicatissimi fatti d’essenze rarissime. Qui l’architettura, ricca o povera, racconta di un popolo laborioso e geniale che della necessità ha saputo fare virtù nel corso dei secoli, utilizzando con sapienza materiali partoriti dalle viscere della terra, da un vulcano che distrugge e rigenera: la pietra lavica. Un materiale affascinante che ha permesso ai siciliani di creare capolavori indiscutibili di cui sono ricchi i centri storici di tutte le città che sorgono ai piedi e attorno all’Etna, il “Tetto vulcanico d’Europa”.

Claudio ARGENTIERO da quasi trent'anni si occupa di fotografia.
Il suo percorso si snoda tra lavori su committenza e ricerca personale.
È da sempre interessato alla documentazione del territorio e dei suoi mutamenti, producendo immagini per mostre e libri, collaborando con enti pubblici e privati. Dal 1988 cura e organizza mostre ed eventi fotografici di...
<i>Etnei, viaggio in Sicilia</i><span>Read</span>
Giuseppe Leone, siciliano (vive e lavora a Ragusa), con i suoi scatti racconta la Sicilia attraverso fotografie di persone, paesaggi, architettura feste, luoghi e moda. A colori e soprattutto con il prediletto bianco e nero. Ha collaborato con riviste Nazionali ed Internazionali, con case editrici e con case di moda note, come Dolce & Gabbana. Ha esordito illustrando il volume di Antonino Uccello La civiltà del legno in Sicilia (Cavallotto, 1973). Da allora le sue fotografie hanno arricchito numerosi libri, cataloghi e riviste di editori italiani e stranieri. Tra le pubblicazioni più note: La Pietra vissuta con testi di Mario Giorgianni e Rosario Assunto (Sellerio, 1978); La Contea di Modica con testo di Leonardo Sciascia (Electa, 1983); L’Isola nuda con testo di Gesualdo Bufalino ( Bompiani, 1988); Il Barocco in Sicilia con testo di Vincenzo Consolo (Bompiani, 1991); Sicilia Teatro del mondo con testo di Vincenzo Consolo e Cesare De Seta (Nuova Eri, 1990); L’isola dei Siciliani con testo di Diego Mormorio (Peliti associati, 1995); Immaginario barocco con testi di Salvatore Silvano Nigro e André Chastel (Kalós, 2006); Un viaggio lungo mezzo secolo con testo di Antonino Buttitta (Kalós, 2008). Leonardo Sciascia, dalla Sicilia alla Spagna testo Salvatore S. Nigro (Federico Motta Editore Milano 2009); Siciliani in Piazza, testo Gaetano Pennino (Carlo Cambi Editore Siena 2010); Sicilia, l’isola del pensiero (Edizione Postcart 2015) ); Storia di un’amicizia (Edizione Postcart 2015). Ha esposto con numerose mostre personali in...
<i>Gli anni del neorealismo - Giuseppe Leone</i><span>Read</span>