Hu Huiming e Giorgio Piccaia

MA-EC, Wopart 2018

Giorgio Piccaia nasce nel 1955 a Ginevra. Frequenta sin da piccolo con il padre Matteo l’ambiente artistico di Ginevra e di Milano. Studia architettura al Politecnico di Milano, è allievo di Corrado Levi. A Milano realizza performance e happening. Fonda nel 1981 con amici poeti, attori, pittori e registi il giornale artistico Anastasia. Tra il 1975 e il 1982 studia in Polonia e in Italia con Jerzy Grotowski, grande drammaturgo del teatro contemporaneo. Oggi lavora tra Agrate Conturbia e Camaiore. Sue opere sono in importanti collezioni private. Nel 2016 presenta a Milano, presso la Galleria MA-EC, Milan Art & Events Center, la mostra personale Piccaia in Kaleido, che riscuote numerosi apprezzamenti da parte del pubblico e dei critici, con diverse uscite anche su riviste e siti web specializzati, tra cui Il Sole 24 Ore, Artribune e ArtsLife. Nel 2017 Roma e Ginevra e nel 2018 la Svezia hanno ospitato sue mostre. Nel 2018 la mostra I segni di Piccaia, svoltasi al Milan Art & Events Center, è stata inserita nel Palinsesto Novecento Italiano del Comune di Milano. Nel 2017 e nel 2018 il Comune di Antibes ha ospitato Giorgio Piccaia a Villa Fontaine per una residenza d’artista. E' stato inoltre invitato al Biros International Art Symposium che si terrà il prossimo ottobre in Egitto.
Giorgio Piccaia è stato inserito anche nel 2017 e 2018 in La Guida per investire di Corriere della Sera e Corriere Economia, capitolo sull’Arte, tra i 305 artisti più attivi in Italia da seguire.
<i>Giorgio Piccaia</i><span>Read</span>